Ad un docente Usi il “Premio Dreyfus” per le scienze chimiche

Versione stampabileVersione PDF
Ad un docente Usi il “Premio Dreyfus” per le scienze chimiche
Ci sono quelli che perdono e fanno perdere tempo nel cianciare di scie chimiche e ci sono quelli che, sull'acme delle competenze e degli studi, non di scie ma di scienze chimiche si occupano, spostando ogni giorno più in là la soglia del conosciuto e dell'ipotizzabile. Costituisce allora motivo di orgoglio, ma non di meraviglia, l'odierna assegnazione del “Premio Dreyfus” a Michele Parrinello, italiano di Messina, 72 anni a settembre e docente ordinario all'“Università della Svizzera italiana-Usi” in Lugano oltre che al “Poli” di Zurigo, primo non statunitense nell'albo d'oro; il riconoscimento a cadenza biennale, ed in questo caso conferito dai vertici della “Fondazione Camille ed Henry Dreyfus” nell'àmbito della chimica teorica e computazionale, consiste in medaglia, menzione ed assegno da 250'000 dollari. Motivazione espressa in sintesi: “Per le innovative scoperte nel campo delle metodologie di simulazione delle dinamiche molecolari e per i relativi studi sui sistemi chimici, materiali e biomolecolari”. La cerimonia di premiazione, con lezione magistrale di Michele Parrinello, avrà luogo in autunno al “Campus Usi” di Lugano.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry