Filo di nota / Uffici postali smantellati, proteste senza futuro

Versione stampabileVersione PDF
Filo di nota / Uffici postali smantellati, proteste senza futuro
Lanciata oggi sulla piattaforma www.change.org, a cura della granconsigliera Nadia Ghisolfi in ruolo di sindacalista “Transfair”, una petizione contro la chiusura degli uffici postali in Ticino. Più precisamente, il testo è concepito al fine di invitare che “la politica a livello federale” ad intervenire “modificando i parametri di legge, permettendo un'offerta di posti e di uffici decentralizzata ed un vero servizio pubblico alla popolazione”. Tesi largamente condivisibile, e non a caso proposta “al di là dei partiti, dei sindacati e dei movimenti politici”, ma che - nel contesto dell'operazione ormai lanciata e con cui è stato demolito il tessuto trofoconnettivo in intere comunità, addirittura con scelte ridicole ed irrispettose dei diritti fondamentali dei cittadini oltre che squalificanti per il servizio erogato - produrrà esiti minimi o nulli.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry