Addio a Claudio Generali, l'uomo che visse due volte

Versione stampabileVersione PDF
Addio a Claudio Generali, l'uomo che visse due volte
All'età di 74 anni, dopo lunga malattia contro cui ha combattuto con coraggio, si è spento oggi Claudio Generali, già consigliere di Stato in quota Plr - formazione politica cui è rimasto legato sino all'ultimo - fra il 1983 ed il 1989 con titolarità dell'allora Dipartimento cantonale finanze-lavori pubblici. Originario di Sorengo, economista con laurea conseguita a Ginevra, Claudio Generali aveva operato in realtà finanziarie quali Ubs e “Banca del Gottardo”, qui (dal 1990) anche nel ruolo di presidente del Consiglio di amministrazione. Proprio durante il periodo al vertice di quest'ultimo istituto, lunedì 10 gennaio 1994, un episodio rimasto drammaticamente nella cronaca: Walter Canepa, collaboratore della stessa banca, entrò armato nell'ufficio di Claudio Generali, sparò un colpo di pistola al ventre del suo superiore e non riuscì a portare a termine il progetto omicida solo perché l'arma si bloccò; la vittima designata sopravvisse dopo complesso intervento chirurgico, Walter Canepa venne arrestato e fu poi condannato. Tra gli altri incarichi ricoperti, la presidenza della Corsi, la presidenza dell'“Associazione bancaria ticinese” ed il ruolo di consigliere della “Banca nazionale svizzera”. Nella mattinata di martedì, al Famedio di Lugano, le esequie dello scomparso.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Ultimi commenti

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry