Bregaglia, timore concreto di altre frane. Domani assemblea pubblica

Versione stampabileVersione PDF
Bregaglia, timore concreto di altre frane. Domani assemblea pubblica
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 18.07) Frane e colate di detriti sono da considerarsi probabili, quasi certe, ed è dunque il caso di attrezzarsi oltre che di restare sul “chi vive”. Non è pessimismo di maniera quello che i geologi ed i tecnici esprimono ancor oggi, a distanza di cinque giorni dalla catastrofe da cui è stata colpita la Val Bondasca in territorio comunale di Bregaglia (Canton Grigioni), annunciando situazioni di pericolo e chiamando i cittadini a raccolta, per tramite del Municipio, in assemblea pubblica nella frazione Vicosoprano, già domani pomeriggio, presenti lo stato maggiore di condotta, la sindaca Anna Giacometti e due membri del Consiglio di Stato nelle persone di Christian Rathgeb e di Mario Cavigelli. Quadro generale in sintesi: resta chiusa la Cantonale H3, traffico deviato sulla vecchia Cantonale con transito limitato alla fascia dalle ore 6.00 alle ore 21.00 e con restrizioni; confermata l'apertura di un'inchiesta dalla quale far emergere se il pericolo di frane - gli otto dispersi, escursionisti dal Canton Soletta e dal Land Stiria e dal Land Baden-Württemberg, sono ormai considerati come vittime - fosse stato “sufficientemente segnalato” (le autorità locali, in tal senso, avevano in realtà prodotto ampia documentazione a conferma). Restano attivi i servizi di “hotline” (Comune di Bregaglia, telefono 081.8226064); chiuso, sino a nuova indicazione, lo spazio aereo sopra l'abitato di Bondo - il cui nucleo rimane “off limits” - e per un raggio di cinque chilometri.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Ultimi commenti

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry