Colpo di stiletto / Sul fumo, diteci: chi controlla i controllori?

Versione stampabileVersione PDF
Colpo di stiletto / Sul fumo, diteci: chi controlla i controllori?
Atti parlamentari a raffica, in coppia di binari paralleli, dalla granconsigliera Nadia Ghisolfi e su tema a lei già caro, tanto da esser stato sostenuto in un'iniziativa poi ritirata per cannoneggiamento da fuoco nemico ed in parte amico: al centro dell'attenzione l'ipotesi di fissare divieti di fumo nei parchi pubblici, negli spazi all'aperto che siano primariamente destinati ai minorenni e nelle stazioni ferroviarie. L'ipotesi, d'impronta neodeblasiana, gode di un certo credito. Essa sarebbe tuttavia da farsi precedere dal divieto effettivo di fumo all'interno di spazi chiusi: per esempio, da parte dei granconsiglieri a Palazzo delle Orsoline in Bellinzona, dove la sigaretta (accesa) continua a viaggiare. Ah, sì, certo che c'è un divieto. Ci sarebbe, semmai, a giudicarsi dal numero di coloro che lo disattendono.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry