Lugano, con la “Visarte” un fuorisede centrato sul Ticino

Versione stampabileVersione PDF
Lugano, con la “Visarte” un fuorisede centrato sul Ticino
Da domani, giovedì 14 settembre, e sino a tutta domenica 24 settembre l'esposizione “Si vis pacem, para bellum” all'ex-“Macello” di viale Cassarate 8 in Lugano. L'evento, un fuorisede nell'àmbito della “Wopart” edizione 2017 e per l'organizzazione dei membri dell'associazione “Visarte Ticino” sotto la presidenza di Fabiola Quezada (nella foto), è curata da Antonella Barone, Simon David e Riccardo Lisi e, stando a quanto indicato stamane in conferenza-stampa di lancio, è concepita secondo “un approccio sperimentale e non commerciale”, proponendosi inoltere come “occasione per festeggiare e sperimentare la nuova collaborazione tra “Visarte” e curatori”, valendo sempre come punto di riferimento “l’importanza dell’arte e degli artisti del luogo per lo sviluppo del territorio”. Inaugurazione ufficiale con evento e musica alle ore 20.30 di domani. Preannunciati, nel frattempo, i prossimi impegni: da fine novembre a tutto febbraio l'esposizione “Arte perturbante” alla “Casa Serodine” di Ascona; il progetto di mediazione artistica “A come atelier” (incontri tra studenti ed artisti nel loro laboratorio); il concorso a premi “Apertura e chiusura” in collaborazione con l'“Associazione industrie ticinesi-Aiti”.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry