Frana spezza la Valle Cannobina. Nessun ferito, ripristino incerto

Versione stampabileVersione PDF
Frana spezza la Valle Cannobina. Nessun ferito, ripristino incerto
Quasi una nemesi, pare quasi una nemesi. A distanza di poche ore dalle firme in calce alla nuova “Dichiarazione d'intesa” fra Canton Ticino e Regione Piemonte in materia di cooperazione su vari temi, e tra questi figurano su suolo tricolore le opere di messa in sicurezza (approcci forse nel 2018, il resto è nel grembo di Giove) della Statale numero 34 “del Lago Maggiore” ed i futuri interventi (molto futuri: anno 2019 come ipotesi di avvio dei cantieri) lungo la Statale numero 337 “della Val Vigezzo” nel tratto prossimo alla dogana di Ponte Ribellasca-Camedo, intorno alle ore 7.15 di oggi una frana ha spezzato la Provinciale numero 75 “della Valle Cannobina”, in località Ponte Falmenta ovvero a ridosso della deviazione per l'abitato di Falmenta, Comune di Cavaglio-Spoccia, provincia del Verbano-Cusio-Ossola. Pura casualità volle che nessuno stesse transitando sulla curva interessata dallo smottamento e che quindi non vi siano vittime o feriti: detriti e massi si sono infatti riversati sull'intera carreggiata, determinandone tra l'altro lo sfondamento e la demolizione lungo un tratto di oltre 20 metri come riferito a colleghi italiani da Giuseppe Della Mora, sindaco di Cavaglio-Spoccia. Tecnicamente isolata l'Alta Valle Cannobina, raggiungibile solo via Valle Vigezzo, il che comporterà ripercussioni significative sugli spostamenti dei frontalieri; i tempi di ripristino sono al momento stimati nell'ordine di parecchi mesi.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Ultimi commenti

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry