Mendrisio, braccia spezzate ai truffatori del denaro-contro-denaro

Versione stampabileVersione PDF
Mendrisio, braccia spezzate ai truffatori del denaro-contro-denaro
Parte dalla dichiarata intenzione di procedere all'acquisto di un appartamento, e si traduce ben presto nel preliminare cambio di denaro - posto come condizione “sine qua non” nell'affare - da mano a mano ed in luogo comodo, il solito, ridicolo ma non ancora del tutto abbandonato trucco della truffa “rip-deal”. Ci hanno provato una volta ancora, un terzetto di tizi accomunati dall'attitudine delinquenziale e provenienti da distinte località italiane, e sono stati incastrati: giovedì scorso (di questo pomeriggio la notizia), previo accertamento e dopo appostamento e con azione rapida, ai polsi dei malviventi sono scattate la manette a Mendrisio, proprio mentre la vittima designata - si tratta di una cittadina svizzera residente Oltresangottardo - stava per ricevere dalle mani di uno dei truffatori la bella somma di 110'000 franchi in cambio di 50'000 euro. Perlopiù falsi i primi (solo 10'000 franchi, quelli di “copertina”, sono risultati autentici al riscontro), verissima invece la contropartita il cui passaggio non sarebbe in realtà mai avvenuto. Note caratteristiche dei tre criminali: un 19enne italiano residente in provincia di Varese, un 50enne croato residente in provincia di Roma, un 44enne italiano residente in provincia di Torino. L'aggancio, come si sarà capito, sull'inserzione pubblicitaria con cui la donna aveva posto in vendita un appartamento. Da appurarsi eventuali responsabilità dei tre malviventi in altri episodi consimili. Inchiesta nelle mani del procuratore pubblico Paolo Bordoli.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Ultimi commenti

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry