Filo di nota / Amici e non amici, vi mancano i fondamentali

Versione stampabileVersione PDF
Filo di nota / Amici e non amici, vi mancano i fondamentali
Indubbiamente lodevole, in casa BiascaTicino Rockets, ogni tentativo esperito sino ad ora e da esperirsi nel breve e nel medio periodo al fine di incrementare il séguito di pubblico nelle partite casalinghe. Tentativi, si ripete; l'ultimo, in ordine di tempo, è una sorta di “offerta speciale” per la parte restante del mese di ottobre (tre partite nei tre venerdì a partire da domani) rivolta ai nuclei familiari, 25 franchi a blocco unico e non importa se trattisi di padre madre figlio o di padre madre figlio figlia figlia figlio e sino ad una prole sterminata, il tutto nell'intento di generare “un'atmosfera conviviale” al palaghiaccio di Biasca; chissà se, al botteghino, bisogna dimostrare di essere genitori naturali o può essere sufficiente un recente certificato di famiglia. La realtà delle cose: in determinati contesti (comunicazione, rapporti con l'esterno, gestione dell'immagine, pubbliche relazioni, informazione) non ci si improvvisa né si può continuare a credere che l'arroccamento sia una soluzione o un “modus operandi”. Ma guai a farlo notare, guai a far presente - non da oggi - che al livello professionistico degli atleti e dello “staff” non può non corrispondere un atteggiamento professionistico nella costruzione del consenso; le critiche, a taluni, non piacciono proprio. Cosa singolare: quei taluni, ai tempi dell'ideazione del progetto per condurre Biasca verso la cadetteria, nemmeno c'erano.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Ultimi commenti

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry