Alla “Ars medica” di Gravesano una Tac di seconda generazione

Versione stampabileVersione PDF
Alla “Ars medica” di Gravesano una Tac di seconda generazione
Benefici: efficienza potenziata, irradiazione ai pazienti ridotta nella misura del 50 per cento, operatività tridimensionale, incremento della sicurezza per l'ospite alle prese con un intervento alla colonna vertebrale. Con tali peculiarità si presenta la “O-arm 2”, sistema di Tac intraoperatoria , da ora nelle disponibilità della “Clinica ars medica” in Gravesano e che l'altr'ieri sera è stato presentato ad una nutrita schiera di medici; nei fatti, un anello mobile che vien fatto muovere lungo il corpo del paziente stesso ed intorno ad esso e che, come spiegato, “garantisce al chirurgo una regolazione perfetta degli strumenti e degli eventuali impianti grazie sia al meccanismo di navigazione sia alla localizzazione precisa delle strutture anatomiche”. Non solo: il chirurgo ha modo di effettuare un numero sempre maggiore di interventi per via percutanea (viti e barre vengono inserite previe piccole incisioni della pelle), con rilevante risparmio delle strutture muscolari paravertebrali. Nell'immagine, un momento della presentazione dell'“O-arm 2”.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry