Aeroporto di Lugano, «Insindacabile la nomina del direttore»

Versione stampabileVersione PDF
Aeroporto di Lugano, «Insindacabile la nomina del direttore»
Le nostre decisioni non sono sindacabili, e non provateci nemmeno. Così Emilio Bianchi, a nome della “Lugano airport Sa” per lo scalo aeroportuale di Lugano-Agno, oggi in replica all'ipotesi di un ricorso - per voce di Diego Zanoni, esperto di aviazione - contro la nomina di Maurizio Merlo al ruolo di direttore generale della struttura. I fondamentali della replica: siamo una società di diritto privato, e come tale non abbiamo obbligo alcuno di mettere a concorso pubblico un'assunzione, godendo di totale autonomia in merito; di conseguenza, nessun ricorso è proponibile. Quanto alla scelta compiuta, un'affermazione di principio: “La procedura di selezione del nuovo direttore generale è stata decisa e verificata in corso d’opera dal Consiglio di amministrazione, che ha in séguito preso la decisione (...) sulla base del rapporto di società internazionale di selezione del personale specializzata in àmbito aeronautico”. Frase chiara, ma che presta il fianco a nuove polemiche: com'è noto, il Consiglio di amministrazione fu reintegrato (per tre settimi...) proprio a ridosso della nomina del direttore generale in sostituzione del dimissionario Alessandro Sozzi. Tempi strettissimi, e forse sufficienti per un interrogativo in più.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry