Abusi da scandalo sessuale in Governo, sotto accusa due funzionari

Versione stampabileVersione PDF
Abusi da scandalo sessuale in Governo, sotto accusa due funzionari
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 22.43) Il fantasma di un bieco, triste, angosciante scandalo a sfondo sessuale aleggia nei corridoi di Palazzo delle Orsoline a Bellinzona: un minorenne, già apprendista affidato al tirocinio sotto le cure di due funzionari, sarebbe stato abusato sessualmente ed in più occasioni da almeno uno dei funzionari stessi, che ora si trovano sotto procedimento penale - ma in sede di interrogatorio entrambi si sono dichiarati innocenti - per reati che vanno dalla coazione sessuale agli atti con persone dipendenti e dalla coazione alla violazione del dovere di assistenza e di educazione. A dare la notizia, stamane, fonti del Dipartimento cantonale territorio anziché il portavoce del ministero pubblico; fatto singolare, questo, ed indicativo sia della gravità della situazione riscontrata (con elementi di comprova che, a questo punto, sarebbero già pesantissimi) sia dello sconcerto causato, e ciò restandosi ai minimi sindacali delle valutazioni; il “dossier” risulta infatti aperto da giorni, nomi e cognomi ben in evidenza nell'incarto, vicenda contestualizzabile fra i quattro ed i sette anni or sono, Sezione forestale l'àmbito, 50 anni l'età della persona maggiormente indiziata per gli abusi, 30 anni quella del complice. Entrambi i funzionari sono stati sospesi dal servizio contestualmente all'apertura dell'inchiesta disciplinare e, su richiesta di Claudio Zali direttore del Dipartimento cantonale territorio, sono già state controfirmate le lettere di licenziamento in tronco. Ignoti, per ora almeno, il grado di responsabilità dei due dipendenti pubblici - per intendersi, e nell'ipotesi secondo cui le violenze sarebbero state perpetrate da uno solo dei funzionari, chi abbia “coperto” chi, anche se gli indizi puntano sul 50enne - ed il contesto nel quale la vicenda è emersa, per di più a significativa distanza di tempo dall'ultima violenza che sarebbe stata perpetrata. Tra le righe dello scandalo, una seconda notizia: a carico dei medesimi funzionari era in corso un'inchiesta amministrativa per episodi “diversi da quelli oggetto dell'indagine penale”. Ultimo aspetto su cui regna un margine di incertezza: nella nota di Palazzo delle Orsoline viene indicata con chiarezza l'esigenza di “tutela delle parti lese”. Più d'una le vittime degli abusi sessuali, allora? Possibile. Più di una situazione con atteggiamenti sconvenienti? Probabile. Una cosa è certa: a tirocinio ultimato, la presunta vittima degli abusi se la filò rapidamente dalla Sezione forestale.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry