Collega ex-GdP rivela in tv: «Salva per miracolo da uno stupro»

Versione stampabileVersione PDF
Collega ex-GdP rivela in tv: «Salva per miracolo da uno stupro»
“Mi vergognavo, provavo vergogna. Ebbi cioè quel tipo di reazioni che le ragazze manifestano in simili casi”. Drammatica e probabilmente inedita testimonianza quella resa iersera dalla collega Natascha Lusenti, 46 anni fra pochi giorni, da Bienne, già al “Giornale del popolo” in redazione Cronaca a Lugano e già firma del periodico “Ticino management”, da ospite di Nicola Porro a “Matrix”, programma in onda su “Canale cinque” e nella circostanza dedicato al tema delle molestie e degli abusi sessuali: Natascha Lusenti, ora voce dell'emittente Radiodue Rai, ha infatti raccontato del tentativo di stupro che si trovò a subire all'età di 21 anni, quando viveva in California (Stati Uniti). L'autore: un giovane con cui era uscita dopo l'occasionale conoscenza in discoteca e che, stando alla dichiarazione della collega, era sportivo professionista nei San Francisco 49ers, franchigia della National football league. L'aggressione sessuale fu consumata, senza esito per la strategia di resistenza passiva opposta in forma di totale disinteresse, a distanza di alcune decine di chilometri da San Francisco. Ora, a fianco della narrazione (“Quella notte, non so, forse qualcuno guardò giù. Venni abbandonata sul posto, ero senza soldi, trovai un passaggio e mi fidai”), l'evidenza di un rammarico: “Non denunciai l'episodio, ero ingenua, pensai di essere stata ingenua nell'accettare quell'invito ad uscire. Mi sentii stupida, mi sentivo stupida”.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry