Fulmine su Mendrisio, Carlo Croci lascia la poltrona di sindaco

Fulmine su Mendrisio, Carlo Croci lascia la poltrona di sindaco
Ultimo Natale da sindaco di Mendrisio, come da odierno ed inatteso annuncio durante la tradizionale festa natalizia Ppd-“Generazione giovani” svoltasi al “Mercato coperto”, per Carlo Croci, 55 anni compiuti il mese scorso, in carica sin dal 1994 ed in Municipio sin dal 1989. Non solo: l'esponente pipidino, figura di vertice nella storica roccaforte dei conservatori ticinesi e che nell'Esecutivo si era attribuito il Dicastero amministrazione ed il Dicastero ambiente, ha reso noto che contestualmente alle dimissioni - da farsi maturare nei primi mesi del 2018 - egli si ritirerà dall'attività politica, lasciando campo libero a nuove generazioni. A rigor di numeri, la poltrona di sindaco spetterà a Marco Romano, 33 anni, al momento titolare del Dicastero aziende e del Dicastero aziende industriali oltre che consigliere nazionale, da pochi giorni presidente della Delegazione ticinese alle Camere federali e da poche ore diventato padre. Nell'Esecutivo, in cui il Ppd gode della maggioranza relativa con tre membri su sette avendo tuttavia perso quella assoluta proprio all'ultima tornata elettorale, entrerebbe a questo punto Paolo Danielli, quarto piazzato sulla lista alle Comunali 2016 e tra l'altro con distacco minimo (199 preferenziali) rispetto a Piermaria Caldelari, ultimo degli eletti. Le ragioni della scelta compiuta saranno illustrate da Carlo Croci all'inizio del mese prossimo.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry