Foto porno di minorenni sul “web”, 10 giovani indagati in Ticino

Foto porno di minorenni sul “web”, 10 giovani indagati in Ticino
Metodo nell'identificare le modalità di ricerca, metodo nel capire il sistema di diffusione, metodo nell'arrivare alle fonti dei materiali ed ai soggetti che alimentavano lo scambio di immagini “osé”. Da un lavoro capillare sui sentieri dell'informatica, ad acquisizione lenta e sistematica di singoli frammenti destinati a ricomporsi in un “puzzle”, l'esito di un'inchiesta sulla diffusione di materiale pornografico condotta nell'arco di due anni e conclusasi in questi giorni con l'identificazione di una decina di giovani coinvolti a vario titolo di responsabilità. Su tutti grava la contestazione del reato di pornografia; varie decine le foto - ragazze minorenni quelle raffigurate - distribuite via InterNet grazie ai servizi di “file hosting”, in particolare “Dropbox”; per quanto consta, le ragazze fotografate non erano al corrente dell'attività di scambio delle immagini. Le indagini sono state sviluppate in collaborazione transnazionale, dovendosi rilevare i flussi e le origini dei flussi ossia quei dati necessari per l'individuazione dei responsabili. L'inchiesta è coordinata dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli e dal magistrato dei minorenni.
pizza piazza locarno
casa riazzino
lugachange
badante
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry