Filo di nota / Così così la voce, ma il “crossover” è stato geniale

Filo di nota / Così così la voce, ma il “crossover” è stato geniale
Cose buone e cose meno buone nel lunghissimo “showcase” - solo in parte andato in diretta sulla Rsi già catodica - tenuto iersera da Lorenzo Cherubini, in arte “Jovanotti”, all'“Auditorio Stelio Molo” in Lugano quartiere Besso e nell'occasione dei 30 anni di vita della Retetrè. La voce: chi si accontenta gode, d'accordo, ma su alcuni brani - altrui e propri - l'interpretazione ha lasciato notevolmente a desiderare. Per contro, brillante ed originale il “crossover” attuato tra Rsi ed Italia1, dove stava andando in onda - diretta su diretta, minime le sbavature a parte un passaggio in cui l'audio è morto; salvataggio con blocco pubblicitario entrante - la prima puntata di “'90 special”, per la conduzione di Nicola Savino. Certo, si sono manifestate alcune tracce di ingabbiamento da canovaccio, ad esempio su un brano che Lorenzo Cherubini ha ripetutamente dichiarato di non voler cantare più e che poi, sotto apparente pressione di Nicola Savino, ha riproposto; guarda un po' il caso, secondo palinsesto di Italia1 sarebbe poi stato trasmesso il telefilm con quella stessa sigla (e chi si vuol prendere in giro?). Ma i racconti, le testimonianze sulla nascita di alcuni pezzi celebri che furono ideati, scritti, musicati e trasmessi nell'arco di poche ore, l'intreccio delle esperienze alla scuola di “Radio Deejay” in via Andrea Massena a Milano ed altri squarci dalla memoria collettiva sono andati esattamente nella direzione voluta, con beneficio per il pubblico dell'una e dell'altra emittente. Esercizio riuscito.
pizza piazza locarno
casa riazzino
lugachange
badante
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry