Trattative “assenti”, il personale dell'Ats passa allo sciopero

Versione stampabileVersione PDF
Trattative “assenti”, il personale dell'Ats passa allo sciopero
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 11.10) Si inasprisce la vertenza sindacale tra dipendenti dell'“Agenzia telegrafica svizzera-Ats” e vertici dell'azienda sull'ormai noto programma di ridimensionamento degli organici (35-40 licenziamenti su meno di 200 dipendenti): nel corso dell'assemblea del personale, e ad ampia maggioranza ossia con 124 favorevoli, otto contrari e sei astenuti, è stato indetto per oggi uno sciopero che fa séguito ad analoga azione di protesta (“di avvertimento”, secondo fonti sindacali) posta in atto per tre ore nella giornata di martedì scorso. Contestato l'atteggiamento dei membri del Consiglio di amministrazione, in ispecie quello tenuto dall'amministratore delegato Markus Schwab che, in logica d'impresa, sostiene in effetti di dover rispondere solo agli azionisti; stando alla nota diffusa stamane dai rappresentanti degli operatori Ats, risposta è stata data ad una sola istanza peraltro marginale (sostegno psicologico ai dipendenti, “un obbligo del datore di lavoro” che tuttavia sarebbe stato assolto “con assistenti sociali anziché con psicologi”.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry