Venti di tempesta sulle Borse: l'Europa frena, New York frana

Versione stampabileVersione PDF
Venti di tempesta sulle Borse: l'Europa frena, New York frana
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 22.22) Dopo la correzione fisiologica, una correzione da (e di) paura. Anticipato dal nuovo calo nelle Borse europee, altro tsunami al ribasso quello che si è abbattuto su Wall street: all'ultima evidenza, “Dow Jones” in calo nella misura del 4.15 per cento e Nasdaq in perdita di poco inferiore alle quattro figure. Note le ragioni, problematica la coincidenza dei fattori negativi che contraddicono - ed a questo sperone di roccia si aggrappano gli investitori - un andamento generalmente positivo nelle imprese e dati macroeconomici non disprezzabili. Per quanto riguarda il Vecchio continente, male tutti, da Francoforte (Dax-30, meno 2.62) a Londra (Ftse-100, meno 1.49); ad 8'763.11 punti (meno 2.39 per cento) la chiusura dello “Swiss market index”, con penalizzazione soprattutto del finanziario (“Ubs group Ag”, meno 3.21; “Credit Suisse group Ag”, meno 4.00; “Julius Bär Gruppe Ag”, meno 3.22) e coda del listino occupata dal titolo “Abb limited” (meno 6.71); positivo il solo titolo “Swiss Re Ag” (più 2.08), in buona difesa “Zürich insurance group Ag” (meno 0.36) e “Compagnie financière Richemont Sa” (meno 0.88). In tuffo sino a 114.6 centesimi di franco il cambio per un euro.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry