Calcio Dna / Lugano cuore e cervello: altro 1-0 e terzo posto

Calcio Dna / Lugano cuore e cervello: altro 1-0 e terzo posto
Sempre stato un attaccante utile, un punto di riferimento, una chiave nella gestione del gioco dagli ultimi 20 metri, Alexander Gerndt; sempre stato così, ma non propriamente un realizzatore. Vero, sì: eppure quei pochi goal prodotti, con i colori del Lugano, stanno producendo effetti mirabili. Uno al Basilea, nell'1-0 di domenica scorsa in trasferta, minuto sei; uno al Sion, nell'1-0 odierno a Cornaredo, minuto 14. Massimo risultato con il minimo sforzo, tra gli applausi di oltre 4'000 spettatori e dovendosi considerare sia le assenze (Carlos Antonio de Souza “Carlinhos” iúnior fuori per squalifica, più tre infortunati) sia la volontaria rinuncia all'immediato utilizzo del neoacquisto Marc Janko, rimasto in panca): i bianconeri si ritrovano terzi nel calcio di Divisione nazionale A, essendosela gestita a meraviglia anche stavolta e con effettivo controllo della situazione al di là di quel che raccontano le statistiche (possesso-palla al 48 per cento, ma 17 conclusioni contro otto e sei calci d'angolo contro zero. E, per chiarezza, l'enormità di due traverse colte ancora da Alexander Gerndt al 48.o ed al 54.o). Gli altri risultati: Thun-Basilea 0-2 (oggi); Grasshoppers Zurigo-Lucerna (domani); Losanna-Youngboys (domani); San Gallo-Zurigo (domani). La classifica: Youngboys 43 punti; Basilea 41; Lugano, Zurigo 28; Grasshoppers Zurigo, San Gallo 27; Losanna 25; Thun 24; Lucerna 23; Sion 17 (Basilea, Lugano, Thun, Sion una partita in più).
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry