Plurilinguismo fra testi e regìa, un concorso di “Coscienza svizzera”

Versione stampabileVersione PDF
Plurilinguismo fra testi e regìa, un concorso di “Coscienza svizzera”
A scadenza venerdì 2 marzo le iscrizioni al concorso “Parlo un'altra lingua, ma ti capisco”, ideato in seno al gruppo di studio e di informazione “Coscienza svizzera” e destinato ad allievi di classi del livello secondario primo. Edizione speciale in concomitanza con i 70 anni di esistenza del comitato; tema, il plurilinguismo; compito assegnato, la produzione di un racconto ispirato al plurilinguismo e, se tale testo sarà selezionato dalla giuria, realizzare un cortometraggio con l'apporto di una squadra di professionisti e partecipando in qualità di attori, registi, truccatori, costumisti, tecnici del suono e delle luci, montatori, grafici ed altro ancora. Agli autori dei racconti selezionati sarà conferito un premio da 500 franchi per racconto. Testo della lunghezza massima di cinque pagine, in una delle lingue nazionali; indirizzo “Coscienza svizzera, concorso Pual, casella postale 1559, 6501 Bellinzona” o, in caso di invio informatico, indirizzo segretariato@coscienzasvizzera.ch; in ogni caso, a margine del testo del racconto, è da prodursi una lettera di accompagnamento in cui illustrare sia il motivo della scelta compiuta sia l'idea all'origine della storia proposta.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry