Calcio Dna / La ferrea logica dell'1-0. E il Lugano vola alto

Calcio Dna / La ferrea logica dell'1-0. E il Lugano vola alto
Di nuovo la zampata di Alexander Gerndt, stavolta non come finalizzatore ma come uomo-assist, nel terzo 1-0 consecutivo - e quarto successo di fila - con cui il Lugano si conferma nei quartieri nobili del calcio di Divisione nazionale A mettendo un paletto nel cuore del Grasshoppers Zurigo: davanti ai 3'380 di Cornaredo, arbitro Pascal Erlacher, sufficiente il segno lasciato da Davide Mariani a cronometro regolare esaurito nel primo tempo, minuto 47 per l'ufficialità, e saluti. Partita non esaltante, ma questa incomincia ad essere la logica stringente laddove l'esigenza dei tre punti prevalga sulle strategie; a costo di dover spendere 18 falli contro nove, a costo di lasciare agli avversari l'iniziativa (possesso-palla al 56 per cento). Nel computo, tuttavia, nove conclusioni contro sette con qualche vivacità nel finale, Mario Piccinocchi all'83.o e Bàlint Vécsei all'86.o per i bianconeri, Michal Fasko e Numa Lavanchy nel recupero. Nell'altro confronto di giornata, successo sorprendente (2-0) del San Gallo a Basilea. La classifica: Youngboys 46 punti; Basilea 41; Zurigo, Lugano 31; San Gallo 30; Grasshoppers Zurigo 27; Lucerna 26; Losanna 25; Thun 24; Sion 17 (Basilea, Lugano, San Gallo, Grasshoppers Zurigo una partita in più).
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry