Prestiti di studio, maglie più larghe. Con “bonus” eventuale

Versione stampabileVersione PDF
Prestiti di studio, maglie più larghe. Con “bonus” eventuale
L'abbassamento dei requisiti minimi per l'accesso al prestito di studio fra i punti salienti del decreto esecutivo approvato in seno al Consiglio di Stato per quanto riguarda l'anno scolastico 2018-2019. In sostanza, per la valutazione della capacità finanziaria da considerarsi per il computo degli autori, varrà sempre la situazione a tre anni prima della richiesta (ad esempio, 2015 qualora l'istanza sia stata presentata nel 2018), e ciò in forza del fatto che le decisioni più recenti di tassazione non sono ancora disponibili in modo completo; tuttavia, al fine di valutare meglio l'effettiva condizione finanziaria degli studenti e delle loro famiglie, a quanti frequentino studi terziari ed abbiano situazione finanziaria peggiorata dal 2015 ad oggi verrà consentito un diritto al ricalcolo sui valori effettivi della tassazione 2018, una volta che tali informazioni saranno state disponibili. Va da sé il fatto che, qualora dal nuovo computo emergessero riscontri più favorevoli allo studente in istanza, i prestiti (o parte di essi) saranno riconvertiti “ex post” in borsa di studio.
pizza piazza locarno
casa riazzino
lugachange
badante
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry