Colpo di stiletto / Avrebbe stravinto. Peccato che sia morto

Versione stampabileVersione PDF
Colpo di stiletto / Avrebbe stravinto. Peccato che sia morto
Dando prova di evidenza assai nota ai giornalisti, ossia del fatto che negli enti pubblici circola gente che non dovrebbe nemmeno avvicinarsi ad una tastiera, all'ufficio-stampa della città di Roma presentarono ieri l'imminente corsa podistica “Roma Appia run” annunciando la partecipazione di colui che fu vincitore della maratona alle Olimpiadi di Roma - correndo scalzo - ed a quelle di Tokyo. Al di là dell'esser stati una volta ancora confusi nome e cognome dell'atleta in questione, e quindi scritto “Abebe Bikila” in luogo del corretto Bikila Abebe (meglio ancora, Bichilà Abebbé o traslitterazione analoga), particolare non trascurabile è l'essere Bikila Abebe defunto nel 1973. Il che dispiace doppiamente: da una parte, perché quella figura entrò di diritto nella leggenda ed è campione che il mondo intero amò sin dal primo istante e dunque tutti saremmo felici di averlo ancora tra di noi; dall'altra, perché avrebbe stravinto pur all'età di quasi 86 anni, sapendo bene dove mettere i piedi cioè trovando sul percorso le stesse buche che c'erano nel 1960...
pizza piazza locarno
casa riazzino
lugachange
badante
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry