“Swiss market index” debole sui fondamentali, cedimento contenuto

“Swiss market index” debole sui fondamentali, cedimento contenuto
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 19.23) Insufficienti le buone chiusure di ieri a New York per dare linfa allo “Swiss market index” della Borsa di Zurigo nella seduta di contrattazioni: partenza sottotono sugli 8'945 punti, indi apparente recupero a filo di parità, infine ripiegamento e solo nel finale uno sprazzo utile a fissare il cedimento alla misura dello 0.38 per cento su quota 8'944.90 punti. Pesante soprattutto il titolo “Adecco Sa”, in calo nella misura del 5.10 per cento dopo l'annuncio di una prima trimestrale 2018 non all'altezza delle aspettative (calo pari al 26 per cento nell'utile, in lieve contrazione - meno uno per cento - il fatturato); in retrovia anche “LafargeHolcim limited” (meno 3.05 per cento nel giorno dell'assemblea generale e dell'annuncio di una prima trimestrale 2018 “in linea con le positive previsioni annuali” ma al ribasso rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno: situazione straordinaria, secondo fonti interne, a causa delle difficoltà incontrate “per l'eccezionale rigore dell'inverno sia negli Stati Uniti sia in Europa”). Al vertice del listino, ed unico titolo a spuntare guadagni superiori alla figura intera, “Sgs Sa” (più 1.06). Dalle altre piazze primarie in Europa: Dax-30 a Francoforte, meno 0.28; Ftse-Mib a Milano, meno 1.64 (qui in gioco l'elemento esogeno dovuto all'assenza di una prospettiva di Governo politico del Paese, con rischio incombente di ritorno alle urne); Ftse-100 a Londra, meno 0.02; Cac-40 a Parigi, meno 0.17; Ibex-35 a Madrid, più 0.27. Flessione fra lo 0.15 e lo 0.34 per cento sugli indici di riferimento a New York. In calo netto a 118.9 centesimi di franco il cambio per un euro.
pizza piazza locarno
casa riazzino
lugachange
badante
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry