Pseudoriforma nella scuola, cittadini al voto in settembre

Pseudoriforma nella scuola, cittadini al voto in settembre
Come anticipato dal “Giornale del Ticino” nel giorno stesso della consegna di una quota delle firme alla Cancelleria dello Stato in Bellinzona, agevolmente a bersaglio la raccolta di firme per l'istanza di “referendum” contro la pseudoriforma in àmbito didattico denominata “La scuola che verrà”. Il “no” al credito-quadro da oltre 6.7 milioni di franchi per la marginalissima sperimentazione di un sistema qualitativamente al ribasso nell'istruzione pubblica, secondo attestazione di fonte ufficiale, è stato sostenuto da 9'414 cittadini; pubblicazione sul “Foglio ufficiale” di venerdì 11 maggio; votazione popolare a questo punto fissata per il fine-settimana culminante su domenica 23 settembre.
pizza piazza locarno
casa riazzino
lugachange
badante
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry