Minaccia una strage a scuola: 19enne bellinzonese in manette

Minaccia una strage a scuola: 19enne bellinzonese in manette
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 20.34) Per quel che sarà detto, erano solo minacce verbali. Tuttavia: a) al domicilio del soggetto sono state trovate armi da fuoco; b) le minacce erano indirizzate verso un obiettivo ben preciso, cioè varie persone operanti all'interno di un istituto scolastico del Cantone che è poi la “Scuola cantonale di commercio” in Bellinzona; c) l'individuazione del sospettato ha avuto luogo sia su informazioni “mirate” e circostanziate, sia sulla scorta di un'analisi operativa effettuata all'interno del “Gruppo gestione persone minacciose e pericolose”, specifica unità costituita lo scorso anno in seno alla Polcantonale; d) l'ideatore dell'atto criminale era pronto ad entrare in azione già la prossima settimana. Sta di fatto che intorno alle ore 10.36 di oggi, in località non precisata, agenti sono intervenuti per trarre in arresto un 19enne di passaporto svizzero e domiciliato nel Bellinzonese; al ragazzo viene al momento contestato il reato di atti preparatori di assassinio, in subordine atti preparatori di omicidio, risultando infatti una ripetuta serie di espressioni dalle quali emergerebbe la volontà di sopprimere più persone. Provvedimenti di sostegno e di messa in sicurezza delle potenziali vittime sono stati adottati contestualmente all'apertura dell'inchiesta il cui “dossier” è nelle mani del sostituto procuratore generale Antonio Perugini. Da escludersi situazioni di pericolo imminente.
pizza piazza locarno
casa riazzino
lugachange
badante
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry