Filo di nota / Il Ticino compra calcio italiano. Ma per casa nostra...

Filo di nota / Il Ticino compra calcio italiano. Ma per casa nostra...
Va straforte, la Svizzera di lingua italiana, come fornitrice di assistenza economica all'Italia. Fabrizio Berni, imprenditore in Leggia (Canton Grigioni) e con base operativa a Lugano - riferimento la “Spheres group Sa” -, dovrebbe formalizzare oggi ovvero lunedì 4 aprile l'acquisto del Varese calcio, nel frattempo precipitato dalla serie D all'Eccellenza ma con qualche ambizione di ripescaggio. Alex Oliva, imprenditore in Lugano - riferimento la “Re outside service Sa” - e per breve periodo già vicepresidente del Chiasso nella cadetteria elvetica (ricordate la comica? Ingresso ufficializzato con una nota-stampa di fine luglio 2016, “destituzione” per mancata ratifica con una nota-stampa di metà ottobre 2016...), è in procinto di mettere le mani sull'Ascoli Picchio, salvatosi al “play-out” in serie B. Questo mentre le società di serie nazionale in Ticino sono passate da quattro a due nel volgere di pochi anni e mentre un po' tutti aspettano di sapere se, per esempio, qualcuno giungerà in appoggio ad Angelo Renzetti presidente nell'alimentare le finanze del Lugano, quelle per cui Angelo Renzetti in persona ha più volte affermato di non poter sempre andare avanti con le sue sole forze.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry