Obiettivo 10 per cento, “AreaLiberale” confluisce nell'Udc

Obiettivo 10 per cento, “AreaLiberale” confluisce nell'Udc
In Gran Consiglio formavano già squadra unica sotto un'identità (“LaDestra”) di sicuro carattterizzante ma inadeguata per esprimerne le sensibilità. Da ora in poi, tutti insieme con un marchio storico al quale viene aggiunta una sorta di postilla integrativa: “AreaLiberale” ed Unione democratica di Centro diventano realtà unica, per l'appunto come Udc in coincidenza con l'effettiva dissoluzione “partitica” di Al la cui traccia rimarrà di fatto nella nuova dicitura “I liberalconservatori” e nella prosecuzione dell'attività politica ed associativa; aggregazione sancita stasera, in effettiva coincidenza di gran parte dei programmi e con accoglimento reciproco delle istanze non considerate in un primo tempo (non si dimentichi il fatto che “AreaLiberale”, all'origine, era formata dal solo Sergio Morisoli uscito dai ranghi Plr). Novità tangibile, per quanto riguarda il Gran Consiglio, l'assegnazione allo stesso Sergio Morisoli del ruolo di capigruppo al momento detenuto da Gabriele Pinoja. Dichiarazione d'intenti: puntare alla cifra doppia - ossia al 10 per cento - dei consensi al primo appuntamento elettorale utile; meno di un anno a questa parte, per dire... In immagine, Sergio Morisoli e Paolo Pamini, esponenti di “AreaLiberale” come componente della “Destra” nel Legislativo cantonale.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry