Addio al “manager” Sergio Marchionne. Fu “scoperto” da Flavio Cotti

Addio al “manager” Sergio Marchionne. Fu “scoperto” da Flavio Cotti
Sergio Marchionne, sino a pochi giorni or sono in ruolo apicale nel gruppo automobilistico “Fca” (Fiat-Chrysler), è deceduto stamane alla “Clinica universitaria” di Zurigo dove si trovava ricoverato da circa un mese per “complicazioni” - secondo voci non confermate da fonte ufficiale, un tumore ai polmoni - successive all'operazione chirurgica ad una spalla cui il “manager” si era sottoposto. Italiano nato a Chieti e titolare anche di passaporto canadese, 66 anni compiuti a giugno, figlio di un sottufficiale dei Carabinieri originario della provincia di Pescara e di una profuga dall'Istria, maturità conseguita in Svizzera e tre lauree (la prima, in filosofia), Sergio Marchionne aveva conseguito risultati brillanti in varie realtà giungendo alla allora “Alusuisse-Lonza” su indicazione del ticinese Flavio Cotti e distinguendosi poi alla guida della “Societé générale de surveillance-Sgs”. Nel 2004 l'ingresso alla “Fiat” e la rivoluzione interna all'azienda, portata infine alla conquista del mercato statunitense.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry