Futuro della rotaia in Ticino, “summit” con le Ffs a Bellinzona

Futuro della rotaia in Ticino, “summit” con le Ffs a Bellinzona
Niente “ponte” tra la festività del Primo agosto ed il fine-settimana per l'autorità politica cantonale, chiamata giovedì 2 agosto ad un confronto con Andreas Meyer, presidente del Consiglio di amministrazione delle “Ferrovie federali svizzere”. Si tratta del solito incontro con cadenza annuale, ma stavolta con qualche motivo in più per indagini sugli orientamenti del menzionato Andreas Meyer circa progetti che investono în pieno il territorio cantonale: tra i possibili temi di discussione figurano lo spostamento delle “Officine Ffs” da Bellinzona, il raddoppio di tratte essenziali quali la Cadenazzo-Locarno e gli interventi sulle infrastrutture comprese le ristrutturazioni di impianti primari; non trascurabile sarebbe anche un'occhiata alle condizioni del materiale rotabile circolante, all'incidenza del traffico merci ed alla svalorizzazione del traffico passeggeri sui percorsi internazionali. Palazzo delle Orsoline in Bellinzona la sede dell'incontro, presenti anche vari funzionari da Berna.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry