Tempesta finanziaria sui turchi, euro a fondo, male le Borse europee

Tempesta finanziaria sui turchi, euro a fondo, male le Borse europee
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 21.13) Non poteva portare buone sensazioni nelle piazze europee, né avrebbe potuto, l'esplosione di un “caso-Turchia” che, per coefficiente di turbolenza finanziaria (e tanto di più in pieno periodo agostano, quando l'eco tende a propagarsi con maggior effetto), da palla di neve si sta trasformando in valanga. Primaria conseguenza, l'accelerazione della caduta dell'euro, ora in corso a quota 113.4 centesimi di franco avendo di fatto perduti l'1.8 del valore di concambio nel volgere di 48 ore. Nelle Borse, pesantezza soprattutto dai valori del comparto bancario, come da riscontro tangibile anche a Zurigo laddove “Credit Suisse group Ag” (meno 2.40 per cento), “Ubs group Ag” (meno 2.16) e “Julius Bär Gruppe Ag” (meno 2.00) gravano in modo determinante sul listino primario per uno “Swiss market index” al saldo su quota 9'031.33 punti circa (meno 1.29 per cento). Resistenza parziale sui pesi massimi difensivi (“Roche holding Ag”, meno 0.79; “Novartis Ag”, meno 0.92; “Lonza group Ag”, già capofila al saldo della seduta precedente, come unico valore in cifre nere (più 0.38). Andamento generale: Dax-30 a Francoforte, meno 1.99; Ftse-Mib a Milano, meno 2.51; Ftse-100 a Londra, meno 0.97; Cac-40 a Parigi, meno 1.59; Ibex-35 a Madrid, meno 1.56. Passo del gambero anche a New York, stanti le flessioni tra lo 0.81 e l'1.00 per cento sugli indici di consueto riferimento.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry