Colpo di stiletto / Deputazione ticinese in... silenzio sul “web”

Colpo di stiletto / Deputazione ticinese in... silenzio sul “web”
Era stato concepito come strumento di dialogo costante con i cittadini, e ciò grazie al contributo diretto ed immediato dei parlamentari ticinesi che in tal modo avrebbero raccontato esperienze e temi propugnati in quel di Berna; e, difatti, grande dignità - cioè con spazi propri e ben caratterizzati - tali pagine ebbero. Ma si sa: una cosa è l'entusiasmo iniziale, ed un'altra è il dar continuità al progetto. Sta di fatto che, sul portale InterNet dell'Amministrazione cantonale (www.ti.ch), la sezione “Deputazione ticinese alle Camere federali” si è trasformata in deserto: una fiammatina “pro bono Ignatii” - a firma del solo già candidato e poi membro del Consiglio federale - tra fine estate ed autunno 2017 nell'area “Articoli”, più una noterella di Giovanni Merlini a metà marzo circa la situazione dell'“Agenzia telegrafica svizzera-Ats”; per quanto riguarda i “Flash da Berna”, cioè le “brevi” di cronaca immediata, l'ultima traccia risale addirittura a giovedì 14 dicembre 2017, in coincidenza con l'elezione di Marco Romano alla presidenza della Deputazione stessa; al di fuori dell'autoreferenzialità su nomine e ruoli acquisiti, ossia per trovare un testo afferente all'interesse comune, bisogna addirittura risalire a martedì 22 dicembre 2015. Suvvia, si prenda una decisione serena e seria: se nessuno vuole scrivere, meglio sopprimere...
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry