Verzasca aggregata, c'è il «via libera» di Palazzo delle Orsoline

Verzasca aggregata, c'è il «via libera» di Palazzo delle Orsoline
Un consenso pari all'84 per cento di quanti si espressero nell'urna a giugno, e con linea unanime nelle singole realtà territoriali interessate, è più che sufficiente per passare alla “fase due”. In decollo dunque da Palazzo delle Orsoline sponda Esecutivo, all'indirizzo del Legislativo dove il progetto passerà come una lettera alla posta fatta salva la richiesta di conferme per quanto riguarda le aree non incluse ma ora pertinenti a singole entità coinvolte, il messaggio pertinente all'aggregazione di sette Comuni (cinque per intero, due in modalità parziale) nel Comune unico denominato “Verzasca”, progetto che così stanti le cose andrà a definizione nella primavera 2020 con l'elezione di Municipio e Legislativo. In gioco il futuro di Brione Verzasca, Corippo, Frasco, Sonogno e Vogorno oltre alle zone vallive di Cugnasco-Gerra e di Lavertezzo; in linea di massima, e nell'attesa di altre istanze aggregative che a questo punto appaiono irrinunciabili, saranno Comuni sia Lavertezzo area Piano sia Cugnasco-Gerra area Piano. I contributi finanziari del Cantone, come già indicato in sede di votazione, ammonteranno a 18.4 milioni di franchi.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry