Bancari e farmaceutici in forza, “Swiss market index” verso quota 9'200

Bancari e farmaceutici in forza, “Swiss market index” verso quota 9'200
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 21.44) Riscossa dei finanziari (“Julius Bär Gruppe Ag” il migliore, più 1.75 per cento) ed ascesa dei farmaceutici (“Novartis Ag”, più 1.88 e ruolo da battistrada; “Roche holding Ag”, più 1.42 per cento oltre i 243 franchi per azione; i “target” attendibili restano fissati fra i 260 ed i 280 franchi) nell'odierna e più che positiva seduta di contrattazioni alla Borsa di Zurigo, con “Swiss market index” a quota 9'175.21 punti ossia sui livelli di metà agosto e di metà febbraio - e con progresso pari allo 0.97 per cento. In effettiva sofferenza il solo valore “Swisscom Ag” (meno 1.39). Dalle altre piazze primarie in Europa: Ftse-Mib a Milano, più 0.84; Ftse-100 a Londra, più 0.48; Cac-40 a Parigi, più 0.43; Ibex-35 a Madrid, più 0.69; Dax-30 a Francoforte, chiusa per festività. Progressi fra lo 0.10 e lo 0.36 per cento sugli indici di ordinario riferimento a New York. Improvviso balzo dell'euro, asceso a 114.0 centesimi di franco.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry