Vince chi non si muove, lo “Swiss market index” chiude sul pari

Vince chi non si muove, lo “Swiss market index” chiude sul pari
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 18.15) Genio borsistico è colui che a sé medesimo recita il mantra del “Se sei martello batti, se sei incudine statti”; ed hanno più di tutti avuto ragione oggi gli operatori che, in presenza di denaro relativamente scarso sulla Borsa di Zurigo (meno di 900 milioni di franchi negoziati sui tre pesi massimi difensivi, che qualcosa dicono sempre in quanto parametri), non si sono lasciati andare all'impeto del “vendere” sul minimo di giornata intorno alle ore 14.00, quando lo “Swiss market index” è scivolato sotto la soglia degli 8'900 punti, ed hanno placidamente atteso una risalita in effetti palesatasi sino alla perfetta parità a quota 8'964.11. Difatti, sul saldo: “Novartis Ag”, più 0.02 per cento; “Roche holding Ag”, meno 0.20; “Nestlé Sa”, più 0.12; spunto rilevante per i soli assicurativi (“Zürich insurance group Ag”, più 1.49, capolista), e qualche presa di beneficio oltre la figura intera per valori ben apprezzatisi negli ultimi tempi (“Sika group Ag”, meno 1.47, in coda). Fa eccezione il solo titolo “Adecco Sa”, il cui slittamento a ridosso dei 50 franchi per azione denuncia una mera sottostima delle potenzialità della multinazionale. Dalle altre piazze primarie in Europa: Dax-30 a Francoforte, più 0.25; Ftse-Mib a Milano, più 1.06; Ftse-100 a Londra, più 0.06. Contro le indicazioni degli analisti principali, positivo l'andamento a New York con progressi fra lo 0.11 e lo 0.60 per cento sugli indici di ordinario affidamento. Sempre sul piede dei 114 centesimi di franco il cambio per un euro.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry