Lugano, tre scultori svizzeri in... dialogo alla “Gipsoteca”

Lugano, tre scultori svizzeri in... dialogo alla “Gipsoteca”
A tre artisti svizzeri dalle identità culturali distinte, ma ritrovatisi ad operare in campo comune sia per disciplina scelta sia per territoriio, è dedicata la mostra da cui, sino a sabato 12 gennaio per quanto riguarda l'evento in sé e per molto tempo ancora con altre proposte, sarà contraddistinta l'impronta della “Gipsoteca Gianluigi Giudici” di riva Antonio Caccia 1a in Lugano. In “Dialoghi di scultura” sono infatti compresenti opere di Pascal Murer (urano di Altdorf da padre nidvaldese e madre di Poschiavo, formazione a Vienna, dal 2001 a Locarno), Pedro Pedrazzini (grigionese di Roveredo, formazione a Londra, Firenze e Milano, dal 1976 nel Locarnese e tra l'altro nella ristretta cerchia dei collaboratori di Remo Rossi) e Paolo Selmoni (bellinzonese, figlio ed allievo del padre Pierino, in attività con base nel Mendrisiotto). Sullo sfondo, l'idea di mettere a confronto artisti “che si esprimono mediante proposte plastiche con materiali e tecniche tradizionali, ma anche con interventi originali che abbiano in ogni caso a svilupparsi nelle tre dimensioni”. La rassegna, aperta a fine settembre, è stata curata da Luigi Cavadini.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry