Rapine di Novazzano, preso ed estradato in Ticino uno dei malviventi

Rapine di Novazzano, preso ed estradato in Ticino uno dei malviventi
38 anni, albanese, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio: tra questi, due rapine perpetrate a distanza esatta di sei settimane l'una dall'altra, ossia venerdì 21 luglio e venerdì 1.o settembre dello scorso anno, ai danni di una stazione di servizio in via Casate a Novazzano. Doppia notizia del giorno: il soggetto è stato arrestato e, come indicano fonti ufficiali, si trova ora in Ticino su estradizione dalla Germania su istanza formulata a suo tempo dal ministero pubblico. Notizia sottostante: l'identità del malvivente è stata ricostruita grazie ad un meticoloso lavoro di indagine, partendo gli inquirenti da elementi circostanziali e, sulla scorta delle impronte rilevate all'epoca dei due assalti banditeschi, andando al riscontro sulle banche-dati delle Polizie europee. L'inchiesta è tuttora in corso, con “dossier” nelle mani della procuratrice pubblica Chiara Borelli; da definirsi il quadro complessivo in cui erano maturate le due rapine con “modus operandi” analogo ossia irruzione a mano armata da parte di più banditi, minaccia ravvicinata alle commesse del punto-vendita, impossessamento di un'ingente quantità di denaro ed esfiltrazione in auto.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry