Improvvisa flessione, lo “Swiss market index” chiude sottotono

Improvvisa flessione, lo “Swiss market index” chiude sottotono
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 21.01) Sufficiente un pomeriggio all'insegna delle incertezze per spezzare l'onda positiva che si stava confermando sullo “Swiss market index” della Borsa di Zurigo: saldo finale ad 8'870.03 punti, ovvero in calo nella misura dello 0.68 per cento, e listino penalizzato ad eccezione dei titoli “Givaudan Sa” (più 1.46) e “Sika group Ag” (più 0.39). Dopo avvio brillante, in retroguardia l'intero comparto finanziario (calo fra l'1.53 e l'1.66 per cento); sulla coda il lusso (“Compagnie financière Richemont Sa”, meno 2.41). Fuori dal listino principale, prosegue la caduta senza fine del titolo “Ams Ag”, passato dai 121.20 franchi della prima decade di marzo ai 25.22 franchi odierni prima di una tenue risalita sino a 27.61 franchi e pur sempre sotto la linea: poco convincente, agli occhi degli operatori, pare sia risultata anche la presa di posizione espressa ieri dai vertici del gruppo austriaco, quotato a Zurigo ed operante nel ramo semiconduttori, laddove alla preannunciata debolezza dei risultati nel quarto trimestre corrisponde anche una dichiarata volontà di procedere, da ora in poi, con comunicazioni “selezionate” ovvero non vincolate ai periodi canonici. Dalle altre piazze primarie in Europa: Dax-30 a Francoforte, meno 0.52; Ftse-Mib a Milano, meno 0.90; Ftse-100 a Londra, più 0.06. Rilancio a New York, con progressi fra lo 0.42 e l'1.20 per cento sui consueti indici di riferimento. In riaffioramento sui 114 centesimi di franco il cambio per un euro.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry