Locarno-Gambarogno, 150 metri in più per la pista dell'aerodromo

Locarno-Gambarogno, 150 metri in più per la pista dell'aerodromo
150 metri in più nello sviluppo della pista sull'asse longitudinale, in direzione di Bellinzona, nel cuore dell'aggiornamento delle infrastrutture operative civili dell'aerodromo cantonale di Locarno-Gambarogno, come da odierna attivazione della procedura federale secondo progetto indicato come “meno invasivo” sia sul piano territoriale sia sul fronte ambientale tra tutti quelli “elaborati nell'ultimo ventennio”. Ad annunciare il programma di intervento è Palazzo delle Orsoline in Bellinzona, sponda Esecutivo, dichiarandosi l'obiettivo di “garantire il mantenimento delle tipologie d’uso civili presenti dagli Anni '70”; contestualmente avrà luogo il rifacimento della via di rullaggio. Il progetto fa parte degli interventi programmati nella scheda pianificatoria dell’aeroporto di Locarno e risulta “coerente con il Piano di utilizzazione cantonale del Parco del Piano di Magadino”. Per quanto riguarda la compresenza dell'area delle Bolle di Magadino, posto l'accento sul fatto che l'autorità politica federale, “pur ribadendo la valenza nazionale dell’aeroporto sopracenerino” (terzo su 50, in Svizzera, senza traffico di linea e “charter”), “ha definito diverse limitazioni volte a mitigare il disturbo dei sorvoli verso il lago da parte di aeromobili civili in fase di decollo”. Ridotto inoltre nella misura del 20 per cento, cioè da 63'000 a 50'000 movimenti aerei l'anno, il potenziale di sviluppo delle attività di volo. “Via libera”, dunque, fatta salva la facoltà di opposizione da parte di coloro che sostengano di avere legittimi interessi toccati dal progetto; sulla decisione ultima da parte dei responsabili dell'Ufficio federale aviazione civile resta la possibilità di ricorso al Tribunale amministrativo federale.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry