Svuotò parte di un “caveau”, 62enne comasco estradato in Ticino

Svuotò parte di un “caveau”, 62enne comasco estradato in Ticino
Facile gli fu, in qualità di dipendente della società titolare di tale struttura, il cedere alla tentazione; e, difatti, sul finire dell'ottobre dello scorso anno si rese responsabile del furto con scasso al “caveau” che si trovava a Lugano quartiere Castagnola. Operazione riuscita, un po' meno la fuga, che infatti si concluse meno di 24 ore più tardi a Vicenza (Italia), con l'arresto cui segue oggi l'estradizione dall'Italia alla Svizzera. L'uomo, su cui pendeva regolare richiesta di consegna alle autorità ticinesi, ha 62 anni, è cittadino italiano con residenza in provincia di Como e, secondo quanto figura a base dell'inchiesta coordinata dal procuratore pubblico Zaccaria Akbas, dovrà spiegare parecchi aspetti della vicenda, compresa la scelta di alcune cassette di sicurezza il cui contenuto si trasformò in bottino.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry