È morto Corrado Barenco, fu volto Rtsi da Palazzo federale

È morto Corrado Barenco, fu volto Rtsi da Palazzo federale
Ad un generico “Ehi, Baco, tutto bene?”, replicava invariabilmente che “Tutto è un po' tanto, ma la va”; “La va”, e l'ha fatta andare sino ad oggi, quando il male da cui era stato aggredito è riuscito a prevalere sulla sua fibra. Non è più tra di noi Corrado Barenco, collega e non ex-collega anche se dal giornalismo attivo e dalle pubbliche relazioni - suoi alvei naturali, dopo studi in giurisprudenza a Berna e prima attività a Palazzo federale - si era ritirato al transito nella quiescenza, avendo trascorso l'ultimo periodo come collaboratore di Laura Sadis al tempo membro del Consiglio di Stato. Dell'età anagrafica ci si rende conto oggi, ed erano 69 gli anni versanti sui 70, perché Corrado Barenco sembrava immutabile nei ragionamenti, nell'incedere, nella logica e nella disponibilità a coinvolgere: occupandosi delle cronache federali, come corrispondente della Rtsi in cui era entrato nel 1979, e proiettando per 17 anni sul Ticino il cono della capitale, e poi lavorando sul territorio, centinaia le conduzioni da studio, migliaia i minuti in video ed in voce; fuori dal giro del lavoro, sempre possibili due chiacchiere ai tavolini del “Bar Incontro”, vis-à-vis con la foca di piazza Governo a Bellinzona, e capitava di finire su discorsi metafisici partendosi dalla fede nel color granata o dal profumo dei fiori di magnolia. A carriera conclusa, un impegno diretto nell'associazione “Sos Ticino” in qualità di presidente. Mancherà, a molti se non a tutti, il “Baco”; a noi, di sicuro.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry