La rabbia infuria, il sacco manca. E Locarno sventola bandiera bianca

La rabbia infuria, il sacco manca. E Locarno sventola bandiera bianca
Indisponibili gli involucri di colore blu, rinviata ad inizio febbraio l'obbligatorietà nell'utilizzo. Palazzo Marcacci minimizza ma si scusa e garantisce: tutto a posto entro pochi giorni.

Dopo i mormorii, dopo le telefonate incrociatesi, dopo le polemiche e dopo qualche bastonata presa a mezzo stampa, al Municipio di Locarno hanno alzato bandiera bianca. Soluzione all'italiana, cioè una toppa applicata in “zona Cesarini” e nella speranza che il tempo riesca ad essere buon medico, per il caso (vedasi anche il “Colpo di stiletto” qui pubblicato iersera) dei sacchi ufficiali per i rifiuti che servono, anzi, che sono obbligatori, ma che non si trovano e che non si trovano perché la cinghia di trasmissione fra distributore e punti-vendita, come dire?, non venne stretta a tempo debito. Risultato: in luogo del margine di tolleranza già previsto nell'ordine di una settimana, la moratoria è estesa a tutto gennaio in forma di deroga, il che vuol dire in sostanza che l'introduzione della tassa sul sacco decorrerà effettivamente da venerdì 1.o febbraio. Da Palazzo Marcacci anche un atto di contrizione diluito in paragrafi su paragrafi: preso atto della “situazione di disagio vissuta da alcuni cittadini” (“alcuni”? 'nzomma...) che “negli scorsi giorni non sono riusciti a trovare sugli scaffali di alcuni punti-vendita” (“alcuni”? 'nzomma-bis) et cetera et cetera, e misteriosamente il problema viene ridotto in modo quasi esclusivo ai sacchi da 35 litri quand'invece risulta che le difficoltà siano d'ogni genere. Transeat, se è vero che “da oggi” i rivenditori ufficiali saranno dotati di “sacchi di tutte le capienze”. In verità, dall'elenco dei rivenditori ufficiali riforniti mancano i punti-vendita “Migros”, ma pare che si troverà modo di ovviare anche a questa carenza. E, quel che più conta: “Fino al prossimo 31 gennaio” (“prossimo”? Difficile che fosse quello precedente) lo stato dell'arte resta quello che si conosceva sino a San Silvestro, sicché sarà consentito l'utilizzo del “tradizionale sacco grigio” e dunque “nessuna contravvenzione verrà intimata a chi non utilizzerà il sacco ufficiale della Città”.

pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry