Nessun dubbio dalla Procura: ad uccidere l'amica è stato lui

Nessun dubbio dalla Procura: ad uccidere l'amica è stato lui
Pesante, pesantissimo l'atto di accusa: assassinio (consumato e tentato), omicidio intenzionale (consumato e tentato), lesioni semplici, esposizione della vita altrui a pericolo, minaccia e coazione. Di questo dovrà rispondere il 37enne eritreo che, dall'evidenza della chiusura delle indagini coordinate dal procuratore pubblico Moreno Capella, lunedì 3 luglio 2017 avrebbe causato il decesso di una connazionale 24enne sua amica, facendola precipitare da un balcone di via San Gottardo a Bellinzona. Imputato ed accusatore privato nel procedimento penale hanno ora a disposizione alcune settimane per la presentazione di eventuali istanze probatorie.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry