Furti “natalizi” in aziende e bar, a Locarno il secondo arresto

Furti “natalizi” in aziende e bar, a Locarno il secondo arresto
Di un complice si sapeva, in forma indiretta, perché al primo soggetto era stato contestato anche il furto aggravato “siccome commesso in banda e per mestiere”. E lo stesso addebito, insieme con il ripetuto danneggiamento e con la ripetuta violazione di domicilio, è mosso ora ad un 20enne, cittadino italiano residente in Italia, fermato e tratto in arresto nei giorni scorsi - di questo pomeriggio l'informativa - nel quadro delle indagini svolte circa le numerose effrazioni perpetrate nel periodo natalizio a danno di aziende ed esercizi pubblici soprattutto. Aree “privilegiate” dai due giovani malviventi (l'altro, in stato di carcerazione preventiva, ha 22 anni ed è parimenti cittadino italiano): Luganese, Locarnese e Mendrisiotto. L'identificazione del 20enne è stata resa possibile da accertamenti condotti da effettivi della Polcantonale; il fermo ha avuto luogo a Locarno per mano di agenti della Polcom. La restrizione della libertà è già stata convalidata dal giudice dei provvedimenti coercitivi; “dossier” di inchiesta sul tavolo del procuratore pubblico Roberto Ruggeri.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry