Hockey Terza lega / Gruppo 2-est, distanze immutate in vetta

Hockey Terza lega / Gruppo 2-est, distanze immutate in vetta
Ieri turno pieno con quattro successi pieni delle squadre di casa, incidentalmente tutte allocate sul lato sinistro della graduatoria, nel gruppo 2-est dell'hockey di Terza lega; situazione quindi immutata per quanto riguarda i rapporti di forza in vista della volata verso il titolo, tecnicamente precluso al solo Celerina che tuttavia, al pari delle altre tre squadre, è puntualmente in lizza per la qualificazione al “play-off”. Fra le italofone, onesta la resistenza del Bregaglia a Samedan: ospiti addirittura avanti sul 2-1 (7.40 e 10.57, Nicola Roganti, in risposta a Damiano Bordoli, 5.33) e sul 3-2 (12.53, Emanuele Rossi, dopo pareggio di Silvano Vondrasek, 12.16); poi lento e progressivo cedimento sino al 3-8 finale e non senza asprezze (penalità per 40 minuti contro i padroni di casa). Prevedibilmente massiccia, anche stante la posta in palio e l'esigenza di non perdere la concentrazione, la prova del Poschiavo contro un Albula in evidente calo: 4-0, 4-0, 3-0 i parziali per un 11-0 caratterizzato dai soliti mitraglieri (Giorgio Vecellio, 12.39 e 54.34; Alex Crameri, 16.13, 30.33 e 59.39; Davide Sala, 30.52 e 36.23; inoltre Fabrizio Raselli, Enzo Vecellio, Fabio Bontognali e Reto Cortesi; per Alex Crameri anche tre assist). Gli altri risultati: Celerina-SilvaplaunaSegl 5-4; ZernezCernezzo-LaPlaiv 9-4. Nell'immagine la classifica.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry